Convention 2018, i grandi appuntamenti: Fèlicia Sisco

Convention 2018, i grandi appuntamenti: Fèlicia Sisco

Due parole per prepararci alla Convention.

 

Giovedì 8 marzo. Conversando con Fèlicia Sisco.

 

Quando il ritratto e il matrimonio incontrano la moda: Originaria della Corsica dove tutt’ora vive. Da adolescente amava talmente le fotografie di David Hamilton che la notte si addormentava con le sue foto in mano: la sua luce e la sua poesia erano diventate il suo universo. Diventare fotografa era un sogno ma nel 1980 era ancora un lavoro “da uomini” quindi decise di diventare interprete. Non rinuncia però al suo sogno e impara, come autodidatta, sia la tecnica di ripresa che la camera oscura, studia la pittura e si appassiona al cinema.

 

 

Lavorando per un fotografo durante la stagione estiva, prima di partire per i suoi studi in Francia, decide di concentrarsi esclusivamente sulla fotografia. Ha trovato e imposto fin da subito il suo stile. Ha trovato l’ispirazione che lo ha modellato nella pittura italiana e inglese e nella fotografia di David Hamilton – sempre presente. Ha continuato e continua la sua ricerca personale sui libri di Yousuf Karsh e Nadar per la ritrattistica, di Avedon, Irving Penn, Cecil Beaton per la moda, Henri Cartier-Bresson e Jean François Lartigue per il reportage.

 

Titolare del suo studio all’età di 23 anni ha saputo costruire la sua carriera affermandosi giorno dopo giorno fino ad ottenere un’ottima reputazione a livello nazionale; questo le ha permesso di imporre il proprio stile.

 

 

Primo QEP francese nel 2000, consulente per FUJI FILM Francia ed Europa. Per molti anni ha continuato ostinatamente a lavorare per realizzare il suo sogno: la fotografia di moda senza abbandonare il ritratto e la fotografia di matrimonio. Per raggiungere questo obiettivo ha offerto a ciascuna delle sue spose una sessione di “moda” il giorno del matrimonio.

 

La partecipazione a numerosi incontri, mostre e workshop le ha permesso di entrare in contatto con creatori di abiti da sposa per i quali ha fotografato le collezioni; successivamente ha iniziato a lavorare anche per riviste specializzate in moda sposa. Oggi continua a fotografare matrimoni ma si sta concentrando sempre più sulla moda, sia per i cataloghi di abiti da sposa che per le collezioni di altre linee d’abbigliamento.

 

 

I suoi lavori sono stati pubblicati su Vogue, Harpes Bazaar e Vanity Fair.

 

Clicca qui per maggiori info e iscrizioni

 

Articolo di Glauco Comoretto

ANFM
1 Comment

Post a Comment

6 + 1 =